ricercasanitaria

Stati generali della ricerca sanitaria

La discussione all’Auditorium Massimo all’Euro il 26,27 e 28 aprile 

Settori di eccellenza, modalità di finanziamento, risultati concreti nella ricerca scientifica destinata alla cura della salute: i temi di approfondimento e discussione negli Stati generali della sanità.

L’occasione è per i giovani che hanno accettato la sfida della professione di ricercatore, sempre più difficile. Una scelta sempre più messa in discussione dalle lusinghe che arrivano da altri paesi. Bisogna quindi consolidare la collaborazione tra università società farmaceutiche. Tutto questo in un quadro dove i finanziamenti si assottigliano per la spending review. Eppure prevenzione, terapia molecolare e genica sono un ambito di applicazione irrinunciabile. Il mondo della ricerca sanitaria trova quindi un momento di confronto importante per far crescere le potenzialità del settore.

IL problema quindi resta tutto nei soldi che possono essere spesi e quelli che bisogna trovare. La direzione degli investimenti ha bisogno di una cabina di regia che si chiama governance, ma si declina con una forma di gestione dei protagonisti della ricerca. Modelli e soluzioni sono quindi oggetto di discussione prospettando il benchmarking internazionale.