antibiotici

Pericolo Medioevo

batteriUna comune infezione potrebbe tornare ad uccidere

Allarme per la crisi degli antibiotici

tradizionali nella lotta

ai batteri più aggressivi e cangianti

 

Una grande ricerca, pubblicata su Bmj e commissionata dal governo di David Cameron, ha messo insieme ventisei studi ponderosi in materia di resistenza agli antibiotici. Ne ha dedotto che la ricerca deve investire molto per correre ai ripari affinché non si torni al Medioevo.

E’ di novembre 2015 la pubblicazione di una ricerca da parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità nella quale, trattando questo problema, si parla esplicitamente “un grave pericolo”. Altrimenti il mondo si avvierà verso “un’era post-antibiotici, in cui le infezioni comuni cominceranno ad uccidere”. La grande ricerca prodotta per il governo anglosassone richiama ad un uso ponderato degli antibiotici. Esorta a che si sostenga un fondo di ricerca per due miliardi. La resistenza agli antibiotici mostra che negli ultimi due anni sono decedute circa un milione di persone per le infezioni contro le quali gli antibiotici nulla hanno potuto.

Se non si darà una svolta si prevede che nel 2050 avremo dieci milioni di vittime ogni anno.