In Sanità i costi sono aumentati

A dirlo è Agenas, il dato riguarda le spese nel 2014 ed è confrontato con l’anno 2013

Era dal 2008 che le spese complessive si riuscivano a tenere in linea. Proprio quando si proclama la grande stagione dei risparmi, dei tagli ai cosiddetti sprechi, ma anche i tagli a certi servizi, arriva come un doccia fredda il dato inoppugnabile di Agenas.

La spesa per la sanità è aumentata e questo nel novero di spese che si aggira a circa centodieci miliardi ogni anno non attiene a risorse indolori, per lo stesso bilancio complessivo dello Stato. L’incremento dei costi attiene allo 0,89%.

Ma a fare impressioni sono alcune voci specifiche che evidenziano un picco di salita inaspettato per i costi sanitari. Ad aumentare in termini di spese complessiva (+7,09%) sono i farmaci e gli emoderivati. Altri costi sui quali si è deciso di mettere mano i dispositivi medici (+3,41%). Ma anche le manutenzioni e riparazioni di una struttura sanitaria malconcia sono i prevedibili elementi che fanno aumentare le centraline di costo.

In converso deve far riflettere il fatto che altre tipologie di spese sanitaria di prima necessità evidentemente hanno evidenziato il segno meno.