UE

Europa, ancora tante morti per infarto

Nel 2013 hanno causato il 12,9% delle morti mentre gli ictus arrivano all’8,7%

Le affezioni cardio-coronariche sono la causa di una morte su cinque. Non è consolatorio il fatto che rispetto al Duemila le morti siano diminuite. I dati arrivano dalla ricerca di Eurostat . Nella casistica degli infarti l’Italia è sotto la media europea con 11,9% dei decessi. Sempre il nostro paese vede davanti a sé – come percentuale di decessi – la Polonia, la Slovenia, la Grecia, il Lussemburgo, la Spagna, la Danimarca, il Belgio, l’Olanda e il Portogallo. Sempre nel nostro paese gli ictus superano la media europea. Finlandia, Polonia, Spagna, Regno Unito, Belgio e Germania, si aggiungono alla lista dei paesi europei in cui – sempre in percentuale – si muore di meno per ictus.